Status del rappresentante di Istituto presso la Consulta e partecipazione agli OOCC di Istituto

Data la frequenza con cui mi si chiedono chiarimenti riguardo all’argomento in oggetto, pubblico un estratto del documento inviato ai colleghi nel corso della formazione.

I rappresentanti presso la Consulta sono, al pari di quelli nei Consigli delle Istituzioni Scolastiche, rappresentanti degli studenti a livello di Istituto (non sono, per inciso, rappresentanti della Consulta, funzione ricoperta dal solo presidente eletto).

Gli studenti, e per estensione i loro rappresentanti, hanno diritto a partecipare attivamente e responsabilmente alla vita della scuola (DPR 249/98 art 2).

Alle due forme di rappresentanza i regolamenti interni agli istituti dovrebbero pertanto riconoscere, seppur considerando le diverse funzioni, uguali trattamenti e diritti. In particolar modo sarebbe opportuno che entrambe le cariche potessero indire Assemblee di Istituto e colloquiare agevolmente con i Dirigenti Scolastici.

Particolare attenzione merita la diatriba riguardo alla partecipazione dei rappresentanti a livello di Istituto alle riunioni del comitato studentesco (l’assemblea dei rappresentanti di classe).

I rappresentanti presso la Consulta Provinciale, così come quelli presso i Consigli di Istituto, non sono de iure membri effettivi del comitato, composto dai soli rappresentanti degli studenti presso i Consigli di Classe (DLgs 297/94 art 13).

C’è però da dire che nel 96, i rappresenti presso la Consulta venivano eletti all’interno del comitato stesso. Era pertanto superfluo precisare l’ovvio loro diritto a parteciparvi, diritto che i regolamenti d’Istituto non possono che ratificare.

Il comitato va integrato con detti rappresentanti (in Consulta e in C.d.I.) nel qual caso vengano trattati argomenti relativi ad iniziative complementari o attività integrative (DPR 567/96 art 4).

 

Start a Conversation

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *